Cucina valdostana

Ricette della Cucina valdostana


Castagne

La Valle d’Aosta, come molte cucine tipicamente montane utilizza come base delle sue ricette i frutti naturali della terra. E’ il caso delle castagne.

castagna

Le castagne, possono essere considerate un frutto atipico  molto simile ai cereali data la presenza cospicua, a livello nutrizionale, di carboidrati complessi come l’amido. Anche per questo motivo vengono ritenute una buona fonte di fibre.

Esse contengono anche una discreta quantità del complesso vitaminico B, in particolare di B1 e B6 e sono contemporaneamente una buona fonte di potassio. Spesso e volentieri si tende ad eliminare la differenza tra castagne e marroni: le prime sono i frutti degli alberi che crescono spontaneamente nella zona appenninica, i marroni sono i frutti, più grandi e di forma regolare, degli alberi di castagno coltivati.

A livello organolettico la differenza è solitamente minima tra le due tipologie di frutto. Cadendo dall’albero praticamente da settembre a dicembre, è facile intuire perché le castagne abbiano raggiunto un così importante posto nella tradizione culinaria.

Dalle castagne è possibile ricavare dei derivati morbidi, come la marmellata, la crema e la purea di castagne, da consumare accompagnate da pane, o come accompagnamento di dolci, o derivati secchi, come castagne secche e la farina, in grado di essere conservate a lungo.

All’interno della cucina valdostana la castagna è usata prettamente come ingrediente complementare di zuppe e piatti a base di fonduta.


Ricerca per ingredienti: alloro brodo caglio capriolo castagne cipolla erba cipollina fagioli farina farina gialla farina taragna fave fonduta fontina grano grappa lardo latte manzo mele mortadella pane pane nero pangrattato panna patate pollo pomodoro porro prosciutto riso rsio salvia uova verza zucchero